ALLEVAMENTO LABRADOR RETRIEVER

LA SCELTA DEL CUCCIOLO

on 15 October 2015

 

 

 La scelta del cucciolo non è semplice ma un allevatore riuscirà a consigliare il cane giusto alla persona o famiglia giusta; nessuno può conoscere bene i cuccioli come colui che li ha visti nascere, svezzati e cresciuti.

 

All’inizio sono tutti uguali ma verso i 45 giorni ogni soggetto avrà caratteristiche uniche e distinguibili a livello morfologico e caratteriale.

Molto spesso viene chiesto all’allevatore una priorità di scelta ma risulta difficile da parte di un occhio non allenato distinguere un soggetto da un altro e complicata anche la scelta caratteriale. Spesso il cucciolo che si avvicina per primo viene etichettato come quello più vivace in realtà magari il più vivace ha appena finito di giocare e dorme beato all’angolo della cassa parto. Il più timido si pensa sia quello che non si avvicina ma non sempre è così.

 

Altra caratteristica”fondamentale” per la scelta è la grandezza. Il cucciolo più grande è sempre quello più ambito e desiderato, quello più piccolo è quello da evitare. Invece spesso accade che il piccolo diventa il più corretto morfologicamente ed il grande il più grossolano.

 

Questo per dire che l’ideale per scegliere un cucciolo è confrontarsi sempre con l’allevatore e possibilmente seguire i suoi consigli.

 

Altra cosa importante, più dei cuccioli (che sono sempre belli) guardare i genitori (entrambi se possibile anche se molto spesso lo stallone  si trova in un altro allevamento) e ricordarsi che l’obiettivo di chi alleva è sempre quello di allevare soggetti migliori dei genitori; quindi se già i genitori sono di qualità la scelta dei cuccioli potrà essere fatta quasi  “a occhi chiusi”.

 

                                                                                                                                                                                              

 

MASCHIO O FEMMINA

 

La femmina va in calore e il maschio no.

 

 Spesso le femmine hanno un carattere più mite, anche se questa non è una regola (riguardo a questo è fondamentale la linea di sangue e come viene educato il cane).

 

La femmina ha una taglia più contenuta rispetto al maschio  e quindi tutti i membri della famiglia la possono gestire più facilmente.

 

Il maschio ha una territorialità più marcata rispetto alla femmina con tutto quello che ne deriva.

 

Nella mia esperienza ho notato che le cucciole di sesso femminile imparano più velocemente dove e quando fare i loro bisogni.

 

Comunque a parte queste differenze, maschio o femmina, l’importante è crescere al meglio il cucciolo dandogli regole ed educazione. Così avremo un adulto dolce ed equilibrato di qualunque sesso esso sia.