ALLEVAMENTO LABRADOR RETRIEVER

PER ALLEVARE CI VUOLE.....

on 10 November 2015

Per allevare ci vuole coraggio ed incoscienza.

 

Coraggio perché le difficoltà sono innumerevoli e sempre in agguato, e non è facile rialzarsi dopo lo scontro con un problema di cui non conoscevi l’esistenza. Poi si cerca di trovare una soluzione quando si può oppure una spiegazione (quando non c’è soluzione). Questa è la vita e per allevare ci vuole tanta “vita”.
Incoscienza perché quando ti rendi conto di aver condizionato in maniera irreparabile la tua vita è troppo tardi per tornare indietro….e in fondo è una buona motivazione per andare avanti.

Spesso mi sento dire che faccio il lavoro più bello del mondo; la nascita e crescita dei cuccioli. La cura dei cani anziani e la ricchezza che ti dona il rapporto con loro. Probabilmente è così ma il costo è altissimo e non parlo di fatica fisica o impegno economico quanto d’investimento emotivo. Ogni volta che un cane diventa anziano, quando lo vedi indebolirsi , stare male e concludere la sua vita, è straziante.

Poi però sta per nascere una cucciolata e ti rendi conto che è il ciclo della vita e quindi sei obbligato ad accettarlo; ma ci vuole coraggio anche in questo.


Ci vuole coraggio anche a crescere un cucciolo e ad un anno doverlo cedere perché non idoneo alla riproduzione, oppure a cedere una fattrice a fine carriera perché non puoi rinunciare agli anziani di casa o ai nuovi arrivati altrimenti non allevi più. Poi però rivedi i cani ceduti e ti rendi conto che la sofferenza per il distacco lascia il campo alla felicità di vederli perfettamente integrati nelle nuove famiglie.


Poi c’è il rapporto con le persone….a volte bello, altre meno (ma anche questa è vita). Spesso nasce un feeling particolare con alcune delle persone che vengono in allevamento a vedere i cuccioli. Si capisce subito se è scattata la scintilla e anche se non detto penso che la cosa nella maggior parte dei casi sia reciproca. Altre volte non scatta niente tranne un rapporto di reciproco rispetto (va bene anche così).
Devo dire che il labrador è una razza che attira “gente pulita”, in genere famiglie con bambini o ragazzi bravi o anche signori in pensione che finalmente hanno tempo da dedicare a un cane e realizzano così il sogno di una vita.

Quindi tutto sommato è un lavoro semplice sotto questo punto di vista.